Trasferimento della residenza e cambio di abitazione nell'ambito del Comune

Chi intende chiedere:

  • il trasferimento di residenza da un altro comune italiano
  • il trasferimento di residenza dall'estero
  • il cambio di abitazione nell'ambito del comune
  • il trasferimento della residenza all'estero

deve compilare un modello conforme a quello pubblicato sul sito internet del Ministero dell'interno (e disponibile nella sezione "Modelli" in fondo alla presente pagina) e presentarlo al Comune di Vito d'Asio utilizzando una delle seguenti modalità:

  1. direttamente all'Ufficio Anagrafe del Comune
  2. per raccomandata, indirizzata a: Comune di Vito d'Asio , Ufficio Anagrafe Piazza Municipio, 1 – 33090 Vito d'Asio (PN)
  3. per fax al numero: 0427 80692
  4. per via telematica all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata del Comune

L'invio telematico è consentito solamente a una delle seguenti condizioni:

  • che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  • che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  • che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento di identità del richiedente e delle altre persone che trasferiscono la residenza le quali, se maggiorenni, devono anche sottoscrivere il modulo.

Chi proviene da uno Stato estero deve allegare la documentazione comprovante il rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

Il cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell'elenco Allegato A.

Il cittadino di uno Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell'elenco Allegato B.

Registrazione e controllo delle dichiarazioni rese

Il Comune procederà immediatamente (comunque entro i DUE giorni lavorativi successivi) a registrare nell'Anagrafe la variazione dichiarata, con decorrenza dalla data di presentazione della dichiarazione.

Provvederà comunque ad accertare, entro 45 giorni dalla dichiarazione resa, la sussistenza dei requisiti previsti per la registrazione: qualora il cittadino non riceva alcuna comunicazione entro questo termine, la registrazione si intende confermata (silenzio-assenso).

Se invece il Comune accerta che la dichiarazione resa non corrisponde a verità, provvederà al ripristino della posizione anagrafica precedente, dandone però prima comunicazione al cittadino, il quale ha 10 giorni di tempo per presentare le proprie osservazioni.

Nel caso di dichiarazione non veritiera si applicano gli articoli 75 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000 che prevedono la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonchè il rilievo penale della dichiarazione mendace. E' inoltre prevista la segnalazione all'autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra la dichiarazione resa e l'esito degli accertamenti disposti.