EDILIZIA

Eagle.fvg - Modulo Piano Regolatore Generale

Eagle.fvg consente la ricerca di informazioni disponibili all’interno di fonti dati accessibili al sistema stesso, la loro consultazione e la visualizzazione dei dettagli. Questo strumento consente di sviluppare indagini sul territorio ed incrociare informazioni di carattere catastale, dati GIS provenienti dall’ampio catalogo IRDAT Fvg ed altri dati di proprietà della Regione FVG.

Il modulo Piano Regolatore Generale si inserisce in questo contesto, mantenendo le potenzialità dello strumento già noto, in una veste grafica nuova ed accattivante. L'utilizzo di soluzioni innovative ma di facile utilizzo per l'utente consente in maniera più semplice ed efficace la connettività a dati di diversa natura, come ad esempio l’utilizzo congiunto di cartografia tecnica e tematica con mappe e immagini di varia natura  provenienti dal mondo Internet.

> Piano Regolatore Generale Comunale (P.R.G.C.)

ATTENZIONE: i contenuti desumibili dal Piano Regolatore pubblicato nel presente sito devono intendersi di carattere puramente indicativo e non ufficiale.
L'Amministrazione comunale si ritiene esonerata da qualsivoglia responsabilità derivante dalle informazioni contenute nello strumento urbanistico pubblicato on-line.
Certificazioni e/o informazioni ufficiali possono essere richieste direttamente all'Ufficio Tecnico comunale.

Tariffe materia edilizia e urbanistica

IMPORTANTE !

1. Nel permesso di costruire (P.d.C.) è sempre indicato il termine di ultimazione dei lavori che decorre dalla data di ritiro del titolo.Il termine per l'ultimazione dei lavori, entro il quale l'opera deve essere completata, non può superare i 5 anni dalla data di ritiro del titolo. Il termine è prorogato previa presentazione di istanza motivata anteriormente alla scadenza del termine medesimo. L'atto di proroga indica il nuovo termine di fine lavori. La realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata al rilascio di nuovo permesso di costruire per le opere ancora da eseguire, salvo che le stesse non rientrino tra quelle realizzabili mediante segnalazione certificata di inizio attività o che costituiscano attività edilizia libera, anche asseverata. In caso di rilascio di nuovo permesso di costruire si procede altresì, ove dovuto, al ricalcolo del contributo di costruzione ed è comunque possibile presentare la segnalazione certificata di agibilità per la parte di edificio ultimata. (Art. 23 LR 19/2009)

2. La  segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) è sottoposta al termine di efficacia pari a 3 anni a decorrere dalla data di presentazione. La realizzazione della parte non ultimata dell'intervento è subordinata a nuova segnalazione, salvo che la stessa non rientri negli interventi realizzabili in attività edilizia libera. In ogni caso entro il periodo di efficacia l’interessato deve comunicare al Comune la data di ultimazione dei lavori ovvero il periodo massimo di prosecuzione dei medesimi e, comunque, per un periodo non superiore a 3 anni. (Art. 26 LR 19/20029).

3. L'attività edilizia libera asseverata (C.I.L.A.) è sottoposta al termine massimo di efficacia pari a 3 anni a decorrere dalla data di inizio dei lavori comunicata. La realizzazione della parte non ultimata dell'intervento è subordinata a nuova comunicazione, salvo che la stessa non rientri negli interventi realizzabili in attività edilizia libera. L'interessato è comunque tenuto a comunicare al Comune la data di ultimazione dei lavori unitamente a una dichiarazione del progettista o di un tecnico abilitato attestante la conformità dell'opera al progetto presentato con la comunicazione di cui al comma 1, nonché a una copia della documentazione di aggiornamento catastale e delle certificazioni degli impianti tecnologici nei casi previsti. (Art. 16Bis LR 19/2009)

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Il rilascio del permesso di costruire, la presentazione di una SCIA, anche in alternativa al permesso di costruire, nonché l'attività edilizia libera asseverata comportano la corresponsione del contributo di costruzione qualora all'intervento consegua un superficie imponibile inferiore o uguale al 20 per cento della superficie imponibile preesistente. Tale contributo è commisurato all'incidenza degli oneri di urbanizzazione, nonché al costo di costruzione, secondo le modalità indicate nel presente articolo e nel regolamento di attuazione di cui all'articolo 2. (Art. 29-30 LR 19/20029)

 

PAESAGGISTICA

Competenza per il rilascio da parte della Regione (Rinuncia delega funzione autorizzativa in materia di paesaggio da parte del Comune con Delibera n. 13 del 11 Marzo 2020) 

Tabella comparativa: Interventi soggetti autorizzazione paesaggistica semplificata DPREG 149/2012 - Interventi di lieve entità soggetti procedimento autorizzatorio semplificato DPR 31/2017 - Interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica DPR 31/2017

ALTRI LINK:

Altre Voci